Informanimation workshop

InformAnimation - la forza dell'immagine in movimento per rendere più comprensibili le cose complesse

Negli ultimi decenni, si è assistito a un grande sforzo per l'esplorazione di nuovi modi di comunicare, spiegare, rendere più comprensibile l'enorme massa di informazioni prodotte e consumate dalle società avanzate.

Buona parte di questa strategia di comunicazione fa affidamento sull'avvincente natura della comunicazione visiva, e cerca di rendere l'informazione compressibile, e dunque più accessibile, sia sui tradizionali supposti cartacei che sui canali multipli basati sul web del contemporaneo spazio informativo 'espanso'.

Il workshop si propone di presentare lo stato dell'arte di questo nuovo scenario lungo due principali direzioni:

  • le soluzioni dinamiche basate su ambienti interattivi che trasformano il lettore in un utente in grado di manipolare alcuni aspetti dei dati e delle informazioni per produrre una migliore comprensione dei complessi fenomeni sottostanti
  • il ricorso crescente allo stimolante linguaggio dell'animazione come strumento universale di comunicazione. Meno legato alla componente interattiva, questo approccio si avvantaggia del potere della narrazione visiva: grazie alla sua capacità unica di superare i confini linguistici, generazionali e culturali, il linguaggio dell'immagine in movimento si sta mettendo in luce come uno strumento estremamente efficace nel rendere la complessità più comprensibile.

Dopo aver delineato lo scenario di riferimento sulla visualizzazione di dati e informazioni il workshop intende offrire ai partecipanti un'esperienza diretta e di prima mano nella progettazione di un'applicazione visiva con Processing.

Data

Il workshop, che avrà luogo il 13 settembre 2011, è guidato da Alfredo Calosci e Nicolò Ceccarelli ed è così strutturato:

Sessione mattutina

Un'introduzione disciplinare-presentazione di esperienze significativi di applicazione dell'animazione e della visualizzazione interattiva di dati.

Sessione hands-on pomeridiana

Come progettare un'applicazione per la visualizzazione dati in Processing.
Un'esperienza guidata di design

Cosa faremo?

Creeremo, passo passo, un'applicazione visiva utilizzando Processing: "un linguaggio e un ambiente di programmazione open suore per chiunque voglia creare immagini, animazioni e interazioni"

Cosa imparerete?

  • Sarete in grado di scrivere, o 'copiare e incollare' parti significative del codice; accedere a commenti di riferimento e materiale di documentazione, e personalizzare le funzioni e l'aspetto finale della vostra applicazione.
  • Imparerete a importare dati da tabelle in applicazioni Processing, come accedere a dati da diverse linee, e come eseguire manipolazioni dati elementari come filtering e sorting.
  • Capirete come mappare aspetti rilevanti dei dati tramite alcuni degli attributo grafici dei pittogrammi usati per la visualizzazione, secondo un approccio “object oriented”.

Per la visualizzazione dati ci riferiremo a “Isotype” (International System of TYpographic Picture Education); una metodologia di presentazione visuale di informazioni e connessioni sociali, tecnologiche, biologiche e storiche, sviluppata a Vienna tra il 1925 e il 1934 da Otto Neurath, e affronteremo altri aspetti chiave della visualizzazione dati.

Requisiti preliminari

L'attività applicativa aprirà da subito: per partecipare al workshop non è richiesta nessuna conoscenza preliminare del codice o di programmazione.

Attrezzature

Il workshop sarà ospitato nell'aula informatica della sede d Design della Facoltà di Architettura di Alghero, per cui tutta l'attrezzatura hardware, software e di accesso a internet utile per la sessione hands-on sarà disponibile. Ciononostante sentitevi liberi di portare con voi il vostro portatile: in tac caso vi chiederemo di scaricare “Processing”, open source e gratis, da: http://processing.org, e di installarlo nella vostra macchina prima dell'inizio del workshop.

Organizzatori

Nicolò Ceccarelli

Architetto, Nicolò Ceccarelli è Professore Associato in Industrial Design alla Facoltà di Architettura di Alghero dove si è trasferito da qualche anno dalla Facoltà del Design del Politecnico di Milano.

Tenendo al centro dei suoi interessi il rapporto tra design e media digitali, in questi anni, si è occupato di modellazione e rendering digitale, e animazione, prototipazione visiva, realtà virtuale, sistemi multimediali interattivi, beni culturali.

Si occupa da anni di computer grafica e di comunicazione. Nel 1994 è stato speaker al SIGGRAPH e "Visiting Scholar" a UC Berkeley nel 2000, grazie a una borsa di ricerca Fullbright.

Ha insegnato computer grafica e design in diverse università. Negli ultimi anni ha focalizzato la sua ricerca sull'animazione, dando vita a una serie di attività didattiche e di ricerca nel settore. Tra queste AnimatiComo (2005) la AniMatti animation Summer School (2009, 2010). E' ideatore e responsabile del progetto InformAnimation.

Alfredo Calosci

Laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1998 con una tesi di laurea su Musei e Media digitali.

Lavora a Madrid dal 1992 dove collabora con Arquimática, lo studio di architettura diretto da Francisco Rodríguez Partearroyo, occupandosi della comunicazione dei progetti dello studio tra cui: il progetto di riabilitazione del Teatro Real; il nuovo terminal dell’ Aeroporto di Menorca e la nuova sede del Comune di Madrid (Ayuntamiento) nell’ edificio del Palacio de Correos.

È Profesor Asociado (a contratto) nel corso di laurea in design della Facultad de Arte y Comunicación della Universidad Europea de Madrid e collabora regolarmente, dal 2002, nei corsi di formazione ed aggiornamento di Computer Graphic e Web Design dell’ Instituto de Arquitectura - Fundación COAM (Ordine degli Architetti di Madrid).

Lavora come freelance nel campo della grafica, delle edizioni digitali e come interaction designer. Tra i lavori recenti: il sito web dello studio di architettura L35; un sistema di visualizzazione di dati legati a fondi di investimento per la società VDOS; Arca de CAD, un archivio digitale on-line dedicato al software di architettura e il progetto di segnaletica dell’ Archivo Histórico Nacional – sección nobleza nell’ edificio dell’ Hospital de Tavera – Toledo.