Conferenza

In CHItaly2011, il focus dell’attenzione, seguendo la suggestione dell’ultimo lavoro di Donald A. Norman, sarà come affrontare la complessità dell’interazione con i nuovi oggetti e sistemi tecnologici. Si intende mettere in discussione il paradigma della semplicità, che spesso banalizza i problemi, e altrettanto spesso rende poco trasparente, e a volte oscura, la complessità dei sistemi uomo-macchina. E questo rischia di rendere ingestibile l’interazione, in quanto la complessità può apparire improvvisamente, cogliendo del tutto impreparate le persone.

Il tema, Facing Complexity, verrà approfondito nelle grandi aree in cui si articola il campo dell’interazione persona-computer: dai sistemi socio-tecnici complessi (sistemi di trasporto ferroviario, marittimo, stradale e aereo, sistemi di produzione ed erogazione di energia, manifatturieri, sanitari, logistici, per l’apprendimento, dei servizi al cittadino, di governo e partecipazione), alle macchine intelligenti (automotive, robotica, macchine utensili), ai sistemi urbani ed edilizi, ai network sociali online, ai sistemi per l’intrattenimento e l’informazione, alla domotica. Si discuterà anche su come rendere tutti i sistemi, gli ambienti e gli strumenti adattivi e personalizzabili, quindi in grado di esaltare le diverse abilità delle persone.

Proprio per le caratteristiche interdisciplinari di questo percorso ci aspettiamo che la conferenza diventi un luogo di incontro, di confronto a cui possano contribuire informatici, ingegneri, scienziati cognitivi ed ergonomi, antropologi, medici, progettisti, architetti, designer, creativi, provenienti sia dal mondo della ricerca che da quello della produzione (dalla moda alle navi), dei servizi e della consulenza.

eZ Publish™ copyright © 1999-2018 eZ Systems AS