[Alt key + 1] Vai direttamente ai contenuti
[Alt key + 2] Vai direttamente al menu principale
[Alt key + 3] Vai direttamente al menu di secondo livello
la Scuola Ricerca Persone Servizi Eventi

Estetica

Obiettivi formativi

Il corso propone una riflessione estetico-filosofica sulla questione del punto di vista: la sua proiezione sul mondo, la conseguente deformazione della realtà (ma quale è la forma della realtà prima di ogni deformazione?), il percorso che porta alla consapevolezza dei propri punti di vista.
La questione sarà esplorata sotto diversi aspetti. In primo luogo, si esaminerà la natura intrinsecamente situata della percezione (soprattutto visiva). Non esiste alcun occhio innocente. Ogni atto di visione è viziato da una stratificazione di filtri ineliminabili: i nostri interessi personali, le conoscenze, le convenzioni culturali; prima ancora, le possibilità di movimento offerte da “un corpo che poggia sul suolo”, e le eventuali interazioni tra noi e tutto ciò che ci circonda. In particolare, la recente scoperta dei neuroni canonici rivela che vedere un oggetto significa coglierlo in funzione delle azioni che potremmo intraprendere nei suoi confronti, o grazie ad esso. Vedere non è una passività, non è un ricevere: è piuttosto un’attività, un fare.
In seguito, si passerà ad analizzare la natura delle funzioni: se la funzione sia “oggettiva” o meno, e in che senso; in qual modo una funzione sia connessa alla forma, all’utente, all’osservatore e all’utilizzazione; se la presenza di una funzione richieda un progetto; quali siano le condizioni del mutamento di funzione; e così via. Si cercherà di connettere i discorsi relativi alle funzioni d‘uso dei manufatti, quelli relativi alle funzioni naturali degli organismi viventi e delle loro parti componenti, e quelli relativi alle funzioni simboliche e culturali – allo scopo di raggiungere una visione generale della funzione, distinta dalle sue declinazioni particolari. Si scoprirà che anche le funzioni dipendono essenzialmente dai punti di vista.


Programma del modulo

Programma d’esame

  1. appunti delle lezioni
  2. Riccardo Falcinelli, 2011, Guardare Pensare Progettare. Neuroscienze per il Design, Viterbo, Stampa Alternativa & Graffiti.

Criteri di valutazione

La votazione dipende dalla prestazione nell’esame scritto. Si terrà conto anche della partecipazione all’attività svolta in classe, e del contributo fornito con i propri interventi.


Modalità d'esame

Esame scritto:
esame a domande aperte
verte sui temi trattati a lezione e sul programma d’esame


Bibliografia

Bibliografia primaria

(testi molto importanti per il corso: testi su cui, assieme agli appunti delle lezioni, verteranno le domande d’esame)

  1. Paola Bressan, 2007, Il Colore della Luna. Come Vediamo e Perché, Roma-Bari, Laterza.
  2. Michele Cogo, 2000, “Dieci anni senza spremere limoni”,
    www.michelecogo.it/index.php?id=1257244213 oppure
    www.michelecogo.it/upimg/Comunicazione/10%20anni%20senza.pdf
  3. James Gibson, 1979, Un Approccio Ecologico alla Percezione Visiva, Bologna, Il Mulino, 1999, capp. 1 e 8 (pp. 41-52; pp. 205-229);
  4. E.H. Gombrich, 1959, Arte e Illusione. Studio sulla Psicologia della Rappresentazione Pittorica, Torino, Einaudi, 1965, capp. 1 e 2 (pp. 39-111);
  5. Nelson Goodman, 1968, I Linguaggi dell’Arte, Milano, Il Saggiatore, 1976, cap. 1, 2, 3 (pp. 11-111);
  6. Andrea Iacona, 2005, L’Argomentazione, Torino, Einaudi.
  7. John Searle, 1995, La Costruzione della Realtà Sociale, Milano, Comunità, 1996, capp. 1, 2, 3 (pp. 7-91);
  8. Viktor Sklovskij, 1967, “Sulla Prefazione, in Genere” e 1917, “L’Arte come Procedimento”, in Teoria della Prosa, Torino, Einaudi, 1976, pp. vii-xxiii e pp. 5-25.


 
Aumenta le dimensioni del font
Diminuisci le dimensioni del font
Stampa la pagina
Salva la pagina in formato PDF
 
 
Città e territorio
1° anno | 18 CFU

 
Coorte:
2012-2013
Anno accademico:
2012-2013
Semestre:
2
Erogazione:
in presenza/face to face
Frequenza:
obbligatoria/compulsory
 
Progetto urbano
| 6 CFU

 

TAF:
B - Attività caratterizzanti
Ambito:
PU&PT
SSD:
ICAR/20 Tecnica e pianificazione urbanistica
Ore lezione ed esercitazione:
60
Ore laboratorio:
30
Totale ore aula:
90
Totale ore studio individuale:
60
Lingua:
Italiano/Italian
 
Progettazione architettonica
| 6 CFU

 

TAF:
B - Attività caratterizzanti
Ambito:
PAU
SSD:
ICAR/14 Composizione architettonica e urbana
Ore lezione ed esercitazione:
60
Ore laboratorio:
30
Totale ore aula:
90
Totale ore studio individuale:
60
Lingua:
Italiano/Italian
 
Psicologia
| 4 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
AoI
SSD:
M-PSI/01 Psicologia generale
Ore lezione ed esercitazione:
40
Ore laboratorio:
20
Totale ore aula:
60
Totale ore studio individuale:
40
Lingua:
Italiano/Italian
 
Estetica | 2 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
AoI
SSD:
ICAR/13 Disegno industriale
Ore lezione ed esercitazione:
20
Ore laboratorio:
10
Totale ore aula:
30
Totale ore studio individuale:
20
Lingua:
Italiano/Italian