[Alt key + 1] Vai direttamente ai contenuti
[Alt key + 2] Vai direttamente al menu principale
[Alt key + 3] Vai direttamente al menu di secondo livello
la Scuola Ricerca Persone Servizi Eventi

Tecnologie digitali

Obiettivi formativi

Il progetto di exhibit design è un affascinante momento di sintesi, che non solo ha tradizionalmente rappresentato un'occasione per l'incontro interdisciplinare tra saperi diversi, ma è stato il luogo di fondamentali contaminazioni tra i diversi elementi che lo compongono. Nel suo lavoro l'exhibit designer è infatti chiamato a orchestrare una varietà di elementi: le componenti architettonico-spaziali, la grafica e la progettazione coordinata, la 'messinscena' scenografica. Sempre operando su un territorio vivo, mutevole e fortemente dinamico, e con l'obbiettivo-cercando l'equilibrio tra informazione ed esperienza-di raggiungere una sintesi memorabile di comunicazione.

Proprio in questa direzione, e particolarmente nel lavoro degli autori che con maggiore sensibilità hanno esplorato il territorio della fusione tra spazio fisico, artefatti e integrazioni multimediali, questa disciplina è stata un importante campo di prova per sperimentazioni che spesso hanno anticipato alcune delle tendenze che caratterizzano oggi lo scenario della comunicazione.

Il laboratorio si propone di avvicinare gli studenti a questa particolare forma di progettazione integrata, ponendo l'accendo su forme nuove per veicolare contenuti complessi e su uno scenario informativo come quello attuale, in cui le opportunità di accedere alle informazioni sono sempre più ricche e articolate, distribuite, e i confini tra artefatti reali ed elaborazioni virtuali, sempre più sfumati.


Programma del modulo

Il corso si articola in una serie di comunicazioni ex-cathedra sulle problematiche legate alla progettazione museale e di allestimenti temporanei, senza perdere di vista le modalità comunicative ed espositive dei nuovi media e l'attuale scenario 'espanso' della comunicazione. Tra i diversi temi che verranno affrontati, per mezzo di lezioni e della discussione di casi studio, ci occuperemo di: Corporate design e progetto di identità aziendale e istituzionale; L'evoluzione dell'idea di Museo dalle wunderkammern ai musei scientifici e tematici; Elementi di comunicazione grafica (caratteri tipografici); Esperienze di Exhibit design.

In parallelo a questi elementi di contesto affronteremo alcuni temi legati a tecnologie e approcci per la comunicazione del progetto tra cui modellazione e visualizzazione 3D (Maya), sviluppo di artefatti di comunicazione in movimento (After Effects)

Il tema del laboratorio è la progettazione di uno spazio espositivo a carattere scientifico-divulgativo, caratterizzato dalla forte integrazione tra il dominio fisico e spaziale, l'impiego di supporti informativi multimediali e l'idea di rete. Particolare attenzione andrà alla combinazione tra artefatti, la loro rappresentazione integrata per mezzo di interventi interpretativi di comunicazione e l'esperienza della visita.

Il progetto che sfocerà nello sviluppo di una serie di maquette concettuali, che illustrino l'organizzazione spaziale del progetto; una sequenza di viste che presentino il concept visivo scelto e un breve clip animato di introduzione e sintesi del progetto.


Criteri di valutazione

La presenza attiva al corso, e in particolare ai momenti di attività progettuale, sarà considerata come un elemento fortemente positivo. Nella giornata di conclusione del corso saranno analizzati, discussi e valutati gli elaborati finali. I criteri di valutazione saranno: maturazione del progetto, qualità finale tecnica e comunicativa, pertinenza delle soluzioni scelte con gli obbiettivi della comunicazione.


Modalità d'esame

L'esame consisterà nella discussione degli elaborati sviluppati durante il corso.
Compatibilmente con il tempo disponibile potrà essere fissata una prova pratica individuale sui temi del corso.


Bibliografia

Jan Lorenc
What is exhibition design?
Rotovision, 2007

Sergio Polano
Mostrare. L'allestimento in Italia dagli anni Venti agli anni Ottanta
Lybra Edizioni, 1988

Roger Remington, Robert Fripp,
Design and Science, the life and work of Will Burtin,
Lund Humphries, 2007

Uta e Thilo von Debschitz,
Fritz Kahn Man Machine,
Springer-Verlag 2009



 
Aumenta le dimensioni del font
Diminuisci le dimensioni del font
Stampa la pagina
Salva la pagina in formato PDF
 
 
Digital Design Media
3° anno | 6 CFU

 
Coorte:
2010-2011
Anno accademico:
2012-2013
Semestre:
1
Erogazione:
in presenza/face to face
Frequenza:
obbligatoria/compulsory
 
Comunicazione del progetto
| 4 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
-
SSD:
ICAR/13 Disegno industriale
Ore lezione ed esercitazione:
40
Ore laboratorio:
20
Totale ore aula:
60
Totale ore studio individuale:
40
Lingua:
Italiano/Italian
 
Tecnologie digitali | 2 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
-
SSD:
ICAR/13 Disegno industriale
Ore lezione ed esercitazione:
20
Ore laboratorio:
10
Totale ore aula:
30
Totale ore studio individuale:
20
Lingua:
Italiano/Italian