[Alt key + 1] Vai direttamente ai contenuti
[Alt key + 2] Vai direttamente al menu principale
[Alt key + 3] Vai direttamente al menu di secondo livello
la Scuola Ricerca Persone Servizi Eventi

Exhibit Design

Propedeuticità

no


Obiettivi formativi

Il corso si propone agli allievi come una prima occasione di confronto con il design dell'allestimento: un invito a praticare per una volta lo spazio immaginativo, operativo e concettuale insieme, dischiuso dall'esercizio della piccola scala, che é stata ed é tuttora il terreno d'incontro più fecondo tra le dimensioni dell'architettura, del design dell'oggetto e della grafica o comunicazione visiva in senso lato.
Il laboratorio insiste non tanto sulla confezione finale dell'esecutivo, quanto sulla produzione di concetto e letture: modelli di studio, tavole sintetiche di ideazione, simulazioni veloci dello spettacolo-effetto nel suo intreccio col senso che il progettista tenacemente persegue.


Programma del modulo

Dati lo spazio e il tema per una esposizione, il progetto è la traccia di una serie di esperienze, l'innesco e lo sviluppo di un esercizio immaginativo teso a rilevare/rivelare le direttrici, le tensioni sopite nel volume (e nel tema) assegnato, come pure le implicite pause, le incorniciature, gli orli necessari. Anche attraverso l'approccio che attraverso la percezione corporea inaugura lo spazio del luogo e lo riscrive per lo spettatore-abitante a venire.
Qui c'è l'idea di uno spazio che è teatro del vivere: tutto da praticare ripercorrere inventare. E c'è la fiducia di poter raccontare ad altri l’idea di quello spazio – intravisto, pro-gettato, pro-dotto – attraverso i modi utili a presentare il progetto, restituendone il succo meditato e forte.


Modalità didattica

Lezioni frontali ed esercitazioni di progetto, in presenza o (se serve) a casa.


Metodi didattici

Lezioni ed esercitazioni progettuali (laboratorio).


Modalità d'esame

Discussione e valutazione degli elaborati progettuali richiesti.


Bibliografia

Testi e materiali saranno forniti durante il corso.
Per ora, si può utilmente consultare:
Paul Klee, Teoria della forma e della figurazione. 1 Il pensiero figurale, Feltrinelli, Milano 1979 (riedizione anastatica: Mimesis, 2009)
Paolo Fossati, Il design in Italia, Einaudi, Torino 1972
Sergio Polano, Mostrare. L'allestimento in Italia dagli anni Venti agli anni Ottanta, Lybra Edizioni, Milano 2000
Bruno Munari, Design e comunicazione visiva, Laterza 1968 e infinite ristampe


Altre informazioni

Disponibilità a fornire un servizio di tutorato anche in lingua straniera per studenti Erasmus o in mobilità: sì/yes, Inglese/English

Disponibilità a far sostenere gli esami anche con l’ausilio di una lingua straniera per la prova scritta e/o orale: sì/yes,

Disponibilità di materiale didattico e riferimenti bibliografici anche in lingua straniera per gli studenti Erasmus: no/no


 
Aumenta le dimensioni del font
Diminuisci le dimensioni del font
Stampa la pagina
Salva la pagina in formato PDF
 
 
Digital Design Media
3° anno | 9 CFU

 
Coorte:
2013-2014
Anno accademico:
2015-2016
Semestre:
1
Erogazione:
in presenza/face to face
Frequenza:
obbligatoria/compulsory
 
Digital design media
| 6 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
affini
SSD:
ICAR/13 Disegno industriale
Ore lezione ed esercitazione:
36
Ore laboratorio:
36
Totale ore aula:
72
Totale ore studio individuale:
78
Lingua:
Italiano/Italian
 
Exhibit Design | 3 CFU

 

TAF:
C - Attività affini
Ambito:
affini
SSD:
ICAR/13 Disegno industriale
Ore lezione ed esercitazione:
24
Totale ore aula:
24
Totale ore studio individuale:
51
Lingua:
Italiano/Italian